Come ottenere la Cancellazione Crif

Come si può ottenere la cancellazione Crif?

La cancellazione Crif si può ottenere in diversi modi in base alle segnalazioni presenti su questo sistema di informazione creditizia.

In linea generale si può ottenere la cancellazione Crif attendendo un determinato periodo di tempo che varia in relazione alla gravità della segnalazione. In particolare possiamo distinguere come sia possibile ottenere la cancellazione crif di un prestito rifiutato attendendo 30 giorni dalla data del rifiuto. Passato questo periodo di tempo è possibile ottenere la cancellazione crif automaticamente.

Può accadere che la finanziaria comunichi a crif il rifiuto non automaticamente ma in ritardo, per cui è opportuno comunque verificare di essere stati effettivamente cancellati.

Si può ottenere sempre la cancellazione crif di una richiesta rinunciata nello stesso periodo di tempo, anche se con una liberatoria generalmente altre finanziarie valutano la richiesta di prestito anche in presenza di una precedente richiesta rinunciata.

Ottenere la cancellazione crif per ritardi di pagamento, invece, è più complicato e soprattutto richiede un periodo di attesa più lungo. Nello specifico occorrono 12, 24 o 36 mesi per ottenere la cancellazione crif in base al numero di ritardi. Per una o due rate pagate in ritardo per un periodo non superiore ai 2 mesi bastano 12 mesi per ottenere la cancellazione crif, calcolati dalla data di regolarizzazione dei pagamenti. Per ritardi di gravità maggiore occorrono 24 mesi mentre occorrono 36 mesi per ottenere la cancellazione crif di un prestito insoluto, ovvero di un finanziamento per cui i ritardi siano talmente gravi da essere considerato non pagato dalla finanziaria.

Sulla propria banca dati Crif, oltre a dati negativi, sono visibili anche dati positivi legati a prestiti pagati bene e già estinti, così come anche richieste in corso. E’ possibile ottenere la cancellazione crif dei dati positivi dopo 36 mesi in modo automatico, oppure su richiesta scritta inviata esplicitamente a Crif. Le richieste in corso, invece, possono rimanere in Crif per un periodo non superiore a 6 mesi.

Non è comunque consigliato ottenere la cancellazione crif dei dati positivi prima della naturale decorrenza del termine di 36 mesi, perché l’evidenza di prestiti pagati correttamente in Crif è un valore aggiunto, non un problema.

TopPrestiti