Segnalato in Crif come cattivo pagatore per ritardi nei pagamenti: come ottenere un prestito

Condividi questo articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Google+
Google+

Segnalato_crif_cattivo_pagatore

Sono segnalato in crif come cattivo pagatore per ritardi nei pagamenti. Come posso ottenere un prestito?

Questa è forse la domanda più comune che si fanno gli utenti, soprattutto in un periodo di crisi come questo in cui è frequente essere segnalato in crif come cattivo pagatore per ritardi nei pagamenti.

Ma ottenere un prestito in questi casi non è impossibile, almeno per alcune categorie di persone. Se segnalato in crif come cattivo pagatore per ritardi nei pagamenti è possibile ottenere un prestito quando si ha un lavoro a tempo indeterminato come dipendente oppure se si percepisce una pensione mensile.

La forma di finanziamento concessa a queste categorie di persone è la cessione del quinto. Si parla di cessione del quinto dello stipendio per i dipendenti, mentre di cessione del quinto della pensione per i pensionati.

Il segnalato in crif come cattivo pagatore per ritardi nei pagamenti, inoltre, può ottenere un altro tipo di prestito qualora abbia già la cessione del quinto in corso. Si tratta della delega di pagamento, una tipologia di finanziamento simile alla cessione del quinto, richiedibile, però, solamente dai dipendenti e non dai pensionati.

I pensionati, però, possono valutare comunque il rinnovo della cessione del quinto della pensione se decorsi i termini di legge.

NOTA BENE:

E’ importante prendere coscienza che, se segnalato in crif come cattivo pagatore per ritardi nei pagamenti, non è possibile ottenere un prestito personale. Questo accade perché ormai i sistemi di valutazione adottati dalle finanziarie sono automatizzati, e una richiesta di prestito fatta da un segnalato in crif come cattivo pagatore per ritardi nei pagamenti viene respinta automaticamente dai sistemi.

Le finanziarie non vedono di buon occhio i cattivi pagatori, per cui sono restie a finanziarli. I ritardi, inoltre, restano visibili per diverso tempo, per cui la prima cosa da accettare in questi casi è che la cessione del quinto sia l’unica possibilità per il segnalato in crif come cattivo pagatore per ritardi nei pagamenti di ottenere un prestito.

E’, inoltre, importante considerare come la cessione del quinto sia ormai un prodotto molto diffuso, e richiesto da tantissime persone. Le aziende sono assolutamente coscienti dell’esistenza di questa possibilità, che è tra l’altro un diritto di legge del dipendente come sancito dalla legge 180 del 1950.

Per cui non ci si deve vergognare nel richiedere un prestito tramite cessione del quinto dello stipendio.

Se sei quindi segnalato in crif come cattivo pagatore per ritardi nei pagamenti e vuoi ottenere un prestito, non avere timore di valutare la cessione del quinto, che risulta inoltre essere spesso più comoda del prestito personale, e consente molte volte di ottenere liquidità maggiori e in casi in cui il prestito personale non sia concedibile.

TopPrestiti

Condividi questo articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Google+
Google+

TopPrestiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.